il destino contro.

Quando non dovresti essere in un posto e non lo intuisci, oppure quando tutto ti porta a lottare per ottenere una cosa,oppure quando ti sembra di essere Fantozzi… quando ti senti scemo e non sai perchè…. ecco, in quel momento ti devi fermare per cercar di capire. A noi oggi è capitato di tutto. Per essere a Forlì oggi pomeriggio io e Dani abbiamo forzato così tanto il destino che mi sentivo in un incubo… Era come procedere a testa bassa sotto le sferzate della Bora… era come cercare di non andare a fondo in un profondissimo e realissimo oceano emotivo in tempesta. Ritrovarsi vinti e tormantati dal destino è triste e bruttissimo. Non lo auguro a nessuno.

Vorrei riassumervi la giornata di oggi ma il rispetto per Daniele me lo impedisce. Io, ormai, la devo prenderla sul ridere e per questo ve la racconterei volentieri, ma non lo farò! Spero di riprendermi, altrimenti.. crollerò come un cristallo traumatizzato dalle urla di mille scimmie furenti!

Vorrei dire al Grande Gioco del piffero che si diverte con noi: me ne frego, le resistenze che ci offri in questi ultimi tempi mettitele in quel posto. D’ora in avanti mi impegno a capirle ed accettarle dentro di me, così finalmente avrò il potere di sciogliere i malefici intrighi di cui disponi!

Buona comprensione interiore a tutti e che lo sguardo di chi vede oltre si possa ottenere al più presto!
Per chi la ama consiglio questo ascolto, Contro vento. 

Annunci

4 pensieri su “il destino contro.

  1. dommy

    Ciao anche se non mi conosci,ti ringrazio per condividere queste cose con le altre persone e anche con me,sono cose molto personali,io non so se riuscirei a scriverle pubblicamente,comunque tu offri la tua esperienza che puo’ essere di aiuto per gli altri,nella questione di cui parli ho capito a cosa ti riferisci perchè nonostante io al momento non sia allievo interno,conosco queste dinamiche e ci penso sempre alla scuola, mi ha detto un mio amico olandese di origini italiane allievo come te,che una persona puo’ anche stare fuori dalla scuola ma comunque dal primo tocco della Gnosi ha cominciato ad essere allievo,che sia dentro o fuori dalla scuola, addirittura ci sono casi in cui un allievo puo’ fare piu’ lavoro fuori rispetto un altro che sta dentro non ci potevo credere quando me lo ha detto,di certo nella scuola comunque sei piu’ aiutato e sostenuto dal campo di forza.
    Per quello che stai vivendo mi dispiace, anche se non ti conosco,bisogna capire pero’ da dove vengano le resistenze da fuori o da dentro di noi oppure da entrambi i lati,buon lavoro!e recupero di serenita’ 🙂 ciao

    Rispondi
  2. Marina

    Peccato, vi siete persi una bella Conferenza, ma così doveva essere e dovete accettarlo. Avete perso anche l’occasione di vedere e ascoltare il nostro bellissimo CD intitolato “L’anima è un fuoco da accendere”, in cui è riprodotto il concerto tenuto a Lucca, ma non vi preoccupate, ne abbiamo fatti 1000 e li porteremo anche alla Conferenza di dicembre! Un bacio e stai serena, tutto ciò che ci accade è il meglio che ci può capitare, anche se spesso è difficile crederlo..

    Rispondi

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...