it’s time for me, oooohhhhhh yeah!

Dopo una giornata di Carnevale tra cuochine e meccanici (all’asilo) e Cenerentola con fatine (in Centro storico), tra musica scadente altissima e mille coriandoli da schivare, merande doppie farcite di sfrappole zuccherose, ecco che mi si presenta una serata in libertà! 😉

Passo primo, riempo il bollitore e scelgo la tisana perfetta: questa sera miscela acido/basica.

Step 2: accedo al blog e mi guardo i commenti, passo da FB ma nulla di chè.

3. Prendo una sciarpa di lana anti spifferi.

4. Controllo la posta, ne ho varia!

Punto 5 che solitamente è lo step 2: accendo iTunes e scelgo Adore Vocal Jazz (playing the best in vocal Jazz, www.1.fm), ora passa Over the rainbow cantata da Melody Gardot… una favola!!!! (L’originale ve la ricordate? Eccola: Judy Garland – Over The Rainbow).


6. sto ferma sul divano ad ascoltare… per non più di 15 minuti, figuratevi se riesco a star ferma!

7. bevo la tisana bollente perchè lo stomaco è ancora sotto sopra, maledetto virus.

8. penso a quando mia mamma mi faceva la borsa dell’acqua calda… e mi mancano entrambe.

9-10-11 penso a quando una bella vacanza, Giselle, beata lei!

12. Penso a quando le mie/nostre due ore di terme

13. Torno qui al pc e mi chiedo perchè a Bellinzona il Carnevale è così sentito…. bo?! Apro la finestra e ci sono dentro. Alla festa, al casino e alla musicaccia da due lire. Due euro, un franco e mezzo! Mi chiedo a proposito perchè il babbo (Roman) della Sofia (amica di Diana) non faccia il Dj qui in centro?!! Ho visto il suo sito e mi piace cosa suona, eccolo Romandj.ch! Groovy e non solo, oooooohhhhh yeah! 🙂 🙂

Che voglia matta di festa, di libertààààààààààààààààààà!

Mi rendo comunque conto che poi alla fine mi basta quel che ho ora qui, nel presente, adesso, ora, qui, ora , adesso, ora qui (lo ripeto per rafforzarne l’effetto di presa di coscienza): tisana, ottima musica e le bimbe che dormono! E ne son felice.
Faccio finta di non sentirmi vecchia. Si, fingo con me stessa, e chi non lo fa?!

14. cerco le immagini per questo post e penso già di andarmene a leggere il mio libro, quello attuale: La storia infinita, libro del cuore da rileggere spesso. A letto, magari!

15. Merda! Suonano la Cuccarini, ma si potrà?!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!  Vola. Credevo fosse reato passare sta canzone °_° Forse qui devono ancora votare al referendum per deciderne il destino! Se potessi votare qui in Ticino mi alzerei alle 6 di mattina per andare alle urne!


Voto: NO NO NO, la Cuccarini proprio no!!!!

15. Automaticamente penso a quel musica sceglierei per una festa estrosa e amalgamante come deve essere il Cernevale e penso a questo video postato su FB da Jerko: Primus – The Devil Went Down To Georgia. Geniale, saltereccia e buona! E poi perchè ci sta bene insieme (sempre grazie Jerko) ecco cos’altro: John Zorn – Lilin. Un pò da tarda serata ma davvero di qualità, altro che anni ’80! 🙂 Poi per far festa ben benino perchè non lui? Saturnino, Blame It On The BassLine.

°_°_°_°_°_°_°_°_°_°_°_°_°_°_°_°_°_°_°_°_°_°_°_°_°_°_°_°_°_°_°_°_°_°_°_°_°_°_°_°

Ecco invece cosa ascolto adesso mentre vi scrivo: Chromatics, Lady. Mi piace!!! L’ho scoperta da poco….. è da sera, accompagna la mia solitudine… è perfetta! Poi ancora: Under Your Spell. Love this song!  Clap clap clap! 🙂

Notte notte a tutti con questo bel pezzo di blues, un sogno!

Mo’ Better Blues è un gran film con Denzel Washington e Wesley Snipes, è di Spike Lee (sound track nomination Oscar Grammy Awards 1990 original score Bill Lee). Da sentire e da vedere! 😉

ps
La sapete una cosa?! Non gli è bastata la Cuccarini, ora c’è la (ancora di più) terribile tunz-tunz!!!! °_°

Annunci

2 pensieri su “it’s time for me, oooohhhhhh yeah!

  1. Acquaviva Autore articolo

    mi scuso per l’impostazione della pagina al punto 5, ma è letteralmente impazzito tutto mentre pubblicavo! Destino! Marcel Duchamp lo avrebbe lasciato così, ed io lo seguo anche qui nella sua stramba filosofia della casualità della vita! 🙂

    Rispondi
  2. Marina

    Questo post mi ha fatto ripensare a tutta la mia vita e alla illusoria ricerca della libertà che mi ha portato a sposare a 22 anni! :-(( tralascio il seguito….Grazie per la bellissima Over the rainbow, una parola in difesa della Cuccarini che ha saputo gestire bene la sua carriera, concedendosi anche una bella vita familiare, comunque condivido la tua critica sul genere musicale!

    Rispondi

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...