to be eco-friendly

Ho deciso di sostituire un pò alla volta tutti i prodotti detergenti per il corpo e per la casa (già ne uso pochissimi) con delle soluzioni naturali.

Cercando ispirazione nei vecchi rimedi della nonna ho trovato ottimi impulsi!

Ispirata dalle saponette vegan di Cecilia Lattari e da una ricetta semplicissima dello shampoo alla farina di ceci trovata su Veganblog.it ho deciso di agire e non solo informarmi!


10 MOTIVI PER ABBANDONARE LE VECCHIE ABITUDINI 

POCO ECO-FRIENDLY

1. Il risparmio economico è garantito e il rispetto dell’ambiente è la salsina buona che condisce questi ingredienti utili ad una nuova prospettiva di vita! Vi ricordo, amici lettori, che il cambiare abitudini è segno di vitalità, intelligenza e denota un desiderio di migliorare; se poi le direzioni che si scelgono sono speciali come questa che vi consiglio allora tutto andrà per il verso giusto! 🙂

2. Imparare questi trucchi e saperli tramandare alle mie bimbe è una cosa che mi fa impazzire! Un pò come guardare la nonna che fa la maglia, ed imparare piano piano anche solo guardando! Una banalità del viver quotidiano: parsimoniare l’acqua quando si fa la doccia, ci si lava i denti o si fa un bel bagno… se ai bimbi non lo si insegna in casa, sicuramente nessuno fuori lo farà per voi!

3. Il piacere di non inquinare più l’ambiente con mille bottigliette e flaconi di plastica è una conquista! Basta con imballaggi superflui o piccole confezioni da dover schiacciare, riciclare e poi smaltire! Quante energie perse!

4. Non essere succubi del potere del marketing è una libertà di altissimo valore. Conoscete Smarketing?! Scopritelo!

5. Imparare a fare cose nuove è utile! Se un giorno arrivasse per caso una tempesta solare chi vi venderebbe il vostro shampoo?! Se la vita vi constringesse a periodi di limitate risorse buttereste via i vostri soldi per comprarvi un balsamo?! Meglio farseli in casa con ingredienti quotidiani, no?!

6. Sapere di non essere la causa dell’inquinamento del fiume o del mare dove fai il bagno d’estate è una bella cosa, no?! Pensa ad esempio al precario equilibrio della barriera corralina, oppure ai poveri pesci dei Navigli milanesi o al nostro sporchissimo Po che sfocia nel mare più frequentato d’Italia!

7. Imparerai a riconoscere i prodotti giusti con un colpo d’occhio! Controllare tutte le etichette degli ingredienti o dei materiali ti assicura che stai per acquistare davvero prodotti eco-sostenibili. Le tecniche di fabbricazione dei prodotti eco-sostenibili non dovrebbero contenere soltanto materiali naturali e sicuri, ma devono anche essere stati realizzati in modo eco-friendly . La confezione come minimo deve essere biodegradabile, riciclabile o riutilizzabile.

8. Proteggi anche la tua famiglia! Quando utilizzi prodotti per la pulizia della casa senza sapere cosa stai usando, rischi non solo di usare sostanze chimiche che inquinano la terra, ma stai producendo e smaltendo dei rifiuti che contamineranno il nostro ambiente per anni. Utilizzando candeggina e altri prodotti chimici tossici per pulire la tua abitazione esponi regolarmente la tua famiglia a questi fumi nocivi. I bambini piccoli spesso toccano tutto con le mani e la bocca quindi se ti impegni a utilizzare solo prodotti di pulizia ecologici stai potenzialmente evitando ai piccoli il rischio di ingerire sostanze nocive. (ambiente-ecologico.info)

9. Riduci il riscaldamento in casa d’inverno, almeno di un grado. Se poi è possibile abbassare di altri 2 o 3 gradi, tanto di guadagnato. Questo ti permetterà di utilizzare meno energia e di aspettare la bolletta anche con un po’ più tranquillamente. In estate lascia il condizionatore acceso il meno possibile e solo se necessario: questo ti permetterà di risparmiare e sarà un grande inizio per dare il tuo contributo positivo per vivere in un ambiente ecologico!

10. Se condividi le tue competenze tra amiche sviluppi una rete di informazioni verbali che contribuiranno alla diffusione di queste abitudini sane e sensate!

10 LINK E CONSIGLI PER AUTOPRODURRE PRODOTTI NATURALI
PER L’IGIENE PERSONALE E DELLA CASA

1. Usare la lavastoviglie perchè, come Sauro Martella di Veganblog insegna qui, è un gran risprmio energetico! Al giorno d’oggi tutte le lavastoviglie dovrebbero avere almeno classe di lavaggio A. Risparmiare sull’acqua è buono non solo per il portafogli ma è anche importante per la nostra “riserva” che non è infinita!

2. Sostituite se potete le tabs della lavastoviglie con un sapone liquido home made, eccone qui uno fantastico sempre from Veganblog! Grazie Mirtilla V! Quando le finisco uso tanto sale grosso e dell’aceto direttamente in lavastoviglie!

3. Come sapone per i piatti potete provare questo, è ottimo!

4. Per lavari i capelli studiate bene questo sito: laReginadelSapone.com, lei consiglia di risciacquare i i capelli dopo lo shampoo con l’aceto, poi leggete qui e qui, ci sono ottime idee!

5. Esiste anche lo shampoo alla radice saponaria! Fantastico, lo proverò! Poi leggete anche questi quattro shampoo naturali, ce ne sono per tutti i tipi di capelli!

6. Dopo ogni shampoo sciacqua i capelli con aceto di mele e acqua fredda, diventeranno lucidi e morbidi!

7. Per chi ha i ricci come me può seguire queste indicazioni per un balsamo perfetto (grazie a Noa, tra i commenti alla ricetta dell’Ecoshampoo di Erzebeth):

BALSAMO AL LIMONE IN CUBETTI

Ingredienti:
2 limoni
100ml acqua
1 cucchiaio di olio di cocco…

Procedimento:
Togliere la buccia ai limoni (come per le crema pasticcera) tagliarla a pezzattini e metterla a bagno per 30 min nel bicchiere d’acqua calda. Spremere i limoni unire tutto nel bicchiere del frullatore e frullare tutto. Con un vecchio lenzuolo filtrare e mettere nel portacubetti del giaccio in freezer. Si conserva per mesi, basta ricordarsi di scongelarlo mezz’oretta prima della doccia!! Usare la quantità di cubetti desiderata, a seconda della lunghezza dei vostri capelli! Risciacquare con acqua fredda per lucidarli e stimolare la cute.

8. Come esfoliante per il viso e per il corpo fate questo super dolce!

ESFOLIANTE VISO-CORPO

Ingredienti
10 cucchiai Zucchero di canna
5 cucchiai olio di mandorle dolci
10 gocce di OE di bergamotto

Procedimento
Mescolate insieme tutti gli ingredienti e conservate il composto in un barattolo di vetro ben chiuso.. potete utilizzarlo per un mese.

9. C’è una formulina molto semplice per pulire a fondo i pavimenti (ma non adatta al parquet o al marmo) è molto economica e soprattutto ecologica:

DETERSIVO PER PAVIMENTI
in uno secchio con 3l d’acqua aggiungete:
10 cucchiai d’aceto
10 cucchiai di alcol
1 goccia di detersivo per piatti
essenze a piacere

COME USARLO:
Passate in tutta la casa, non vi preoccupate perche l’odore dell’aceto non rimarrà, anzi, l’aceto ha la proprietà di igienizzare e neutralizzare gli odori sparsi per la casa. All’inizio questa miscela leverà l’eccesso di detersivo impregnato per terra (causa degli aloni e dell’opacità), e poi col tempo servirà per lucidare il pavimento che, più passerà il tempo, più avrà un aspetto bagnato o ad specchio. Serve pure per il cotto o il gress. (guardate qui)

10. Informatevi sempre sulle alternative ai detersivi o detergenti  classici. C’è un mondo migliore che si prospetta a chi rinuncia a questi prodotti. Un mondo pieno di cose semplici e meno elaborate da chimici sperimentatori. Non voglio farvi vedere le immagini delle povere cavie (animali) sulle quali vengono testate i nostri shampoo tradizionali, non lo faccio perchè sono immagini orrende e terrificanti. Voglio però informarvi sulle alternative veloci e poco costose che
la natura ci propone!


Vi lascio con una riflessione.

I detersivi tradizionali contribuiscono in modo prepotente all’inquinamento della terra. Spesso però dimentichiamo che ogni cosa inventata dall’uomo non è altro che il pallido tentativo di copiare la meraviglia della natura con le sue forme di vita così profondamente diverse eppure unite tra di loro. E’ nella natura stessa che dobbiamo ricercare il nostro ritorno alla semplicità, all’utilizzo di materiali naturali, ecologici, biodegradabili, ecocompatibili.

Annunci

13 pensieri su “to be eco-friendly

  1. Marina

    Brava Claudia! Ora leggo tutto e prendo nota. Con lo shampoo di farina di ceci ti sei trovata bene? Se sì è meglio farlo liquido o più denso?

    Rispondi
  2. Marina

    Dimenticavo di dirti che il sapone per la lavastoviglie ho provato a farlo già qualche hanno fa, ma era noioso a farsi e intasava il filtro senza dare buoni risultati di lavaggio. Provalo e poi dimmi come ti trovi?

    Rispondi
  3. Marta

    Quante notizie utili questo post, io invece vorrei togliere la lavastoviglie, per me non trovo che sia un grande risparmio visto che prima i piatti devono essere sciacquati bene perché ho visto che certi bisogna ancora rilavarli se non son sciacquati bene…quando i figli saranno più grandi sicuramente farò a meno della lavastoviglie e metterò un bel lavandino doppio grande grande…ehm detesto un po’ la lavastoviglie anche se le stoviglie vengono proprio pulite bene ^-^
    Proverò a fare il balsamo al limone….i miei capelli sono davvero ribelli ora mi ritrovo con 2-3 dread che devo riuscire a metterli un po’ in ordine prima che si formi un dread enorme unico ^_^
    Per i libri appena ho un venerdì libero passerò da te (tu sei sempre a casa di venerdì, giusto?
    Un abbraccio
    Marta

    Rispondi
    1. Acquaviva Autore articolo

      ho la lavastoviglie solo da due anni, l’ho trovata qui nella mia cucina arredata ticinese. Comunque anch’io prima la detestavo e la consideravo superflua. Invece il risparmio d’acqua è evidente e le stoviglie vengono sempre pulite bene anche con un lavaggio di 30 minuti appena.
      Per me ora è uno strumento fondamentale, certo è che quando le bimbe saranno fuori casa ne farò a meno volentieri: meno elettrodomestici = più tempo per godere le vere cose come il NON aver fretta di rigovernare la propria cucina! 🙂
      ciao Marta!

      Rispondi
      1. Mamma di Cico

        Ieri ho provato la formula lavapavimenti: sembra che funzioni, ma la prova del 9 sarà sui balconi!
        Ho capito bene o non si può usare su marmo e parquet? Tu cosa usi per quei materiali?
        Grazie delle idee!!

      2. Acquaviva Autore articolo

        per le camere, dove ho il parquet, uso solo acqua calda perchè tanto non son mai sporche, ci togliamo sempre le scarpe appena entrati in casa! 🙂
        Per il marmo dovrebbe bastare un pò di aceto, no?!
        Io sto imparando con voi, sono alle primissime armi, ma sto approfondendo e concretizzando! 🙂
        ciao e grazie a te! Saluta CICO!

  4. mammanatura

    Grazie per i consigli!! Certo è che ci vuole molto più tempo, ma è un prezioso insenamento che diamo ai nostri bambini che imparano guardandoci, solo così possiamo sperare che anche loro ereditino amore e rispetto per la nostra Madre Terra.
    Buon lavoro! Ottimo lavoro!

    Rispondi
    1. Acquaviva Autore articolo

      già! 🙂 E come mi hanno insegnato le maestre Steiner, ora ho appurato che i bambini imparano osservando gli adulti e le mie bimbe sono educate, ordinate, pulite, rispettose ecc. quando anche io lo sono! Provare per credere! grazie per i complimenti, io li rigiro a te! 🙂

      Rispondi
  5. Sara

    ciao Claudia! come stai? era da un po’ che non “passavo a trovarti”, ma è un peccato, perchè il tuo blog è così interessante e stimolante; pensa che stavo proprio cercando in questi giorni ricette per shampoo e detersivo per piatti, e li trovo in questo utilissimo post! Mi è piaciuto moltissimo anche quello sulla favola di Biancaneve, molto molto interessante!
    Tu come stai? tutto bene in Svizzera?
    un bacione!
    Sara

    Rispondi
    1. Acquaviva Autore articolo

      ciao! In Svizzera ci sto abbastanza bene, ho un lavoretto come commessa in un negozio di giochi, sto con le bimbe e cerco di distrarmi e divertirmi. Ma è un pò DURA! Grazie per i complimenti al blog, fammi sapere come ti trovi con i detersivi, io sono alla terza settimana di shampoo di farina di ceci e mi piace molto, ho i capelli meno secchi e più brillanti! 😉
      ciao, a presto!

      Rispondi
      1. Sara

        ciao Claudia! il detersivo per piatti l’ho provato, ma non fa assolutamente schiuma, con il risultato che ne dovevo utilizzare tantissimo ad ogni lavaggio 😦
        La farina di ceci per i capelli la proverò; so o un po’ perplessa perchè ho letto sul web che in diverse l’hanno provata ma gli ha lasciato i capelli secchi e molto gretti…va bhè, ma per amore della scienza e dell’ecologia farò un tentativo…alla peggio li terrò legati qualche giorno ^_^!
        Come mai dici che in Svizzera è dura? Te lo chiedo perchè io e mio marito stiamo valutando l’idea di trasferirci all’estero.
        un bacio!

      2. Acquaviva Autore articolo

        ciao Sara!
        Anche a me non fa schiuma ma a me non manca, anzi li sciacquo più velocemente!
        Anch’io ho letto molto prima di iniziare il lavaggio dei miei capelli (già secchi e ricci) con la farina di ceci. Ma ero un pò disperata, qui il clima è secchissimo e mi si stavano annodando sempre più!
        Sono alla quarta settimana di farina di ceci e per ora mi piace, anzi ho di capelli molto lucidi e forti! Però devo ammettere che ho un problema con il balsamo: non ho ancora fatto quello a cubetti e continuo ad usare il balsamo confezionato. Dunque non posso dire se l’effetto anticrespo sia merito della farina o del balsamo.

        Per quanto riguarda la Svizzera è una terra bella dalla gente semplice e meno complicata di noi itlaiani. Però la chiusura delle montagne si riperquote non solo nelle poche ore di sole al giorno, ma sopratutto sul carattere delle persone. Da italiana mi sento spesso un pò emarginata e il distacco economico con gli svizzeri per noi emigrati è davvero notevole, frustrante nel quotidiano. La nostalgia della Toscana per quanto mi riguarda è costante e un buon cappuccino qui proprio NON si trova! Poi, tanto per rendere l’idea, qui tre pizze per due adulti e due bimbe con una bibita e un pò di acqua costa sui 60 franchi, circa 55 euro!
        Se pensi alla Svizzera, cerca prima un ottimo stipendio! Oppure esplora le valli e cerca un posticino speciale dove poter vivere una vita MERAVIGLIOSAMENTE più agreste e meno esigente della mia!
        ciao, se vuoi altre info scrivimi in privato, ciaoooooo! 🙂

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...