Archivio mensile:luglio 2013

Romeo&Giulietta

“L’han già notato (Romeo) là molte mattine con le sue lagrime, la recente rugiada mattutina, e ad addensar le nuvole del cielo coll’umor dei profondi suoi sospiri.
Poi, come il primo rallegrante raggio dall’estreme regioni dell’oriente prende a scostare dal letto d’Aurora le fumose cortine della notte, quell’intristito povero mio figlio, furtivo, quasi schivo della luce, corre a casa, si rimprigiona in camera, e lì, sbarrate tutte le finestre, ed escludendo dalla sua persona la benefica luce del mattino, si riproduce, ad arte, un’altra notte.
Questo umor tetro gli sarà fatale se non l’aiuti qualche buon consiglio a rimuoverne la segreta causa.”

Donna Montecchi, Atto primo, Romeo e Giulietta, William Shakespeare
romeo+juliet
Leonardo di Caprio, Romeo, nel film Romeo + Juliet di Baz Luhrmann, 1996